Astrologia Evolutiva
 Un percorso di autoconoscenza incentrato sull'anima

I quattro Elementi
a cura di Manuela Caregnato



Gli elementi sono le energie originarie ed indicano il temperamento e le qualità di cui siamo fatti. Strettamente connessi con i corpi sottili, o campi di energia che compenetrano la materia, essi ne sono le forze vitalizzanti ed i veicoli.

FUOCO


L'elemento FUOCO è un'energia yang, radiante verso l'alto, piena di fervore, luce e calore, con cui illumina e riscalda il mondo. E’ l'elemento del Sole, dell'immortalita' e della trasformazione. Esso è l’”agni”, la Vita, l’energia che anima il mondo, anzi esso è l’anima del mondo. Fiamma e al contempo Luce, il fuoco è una essenza universale che si riflette sia sul piano fisico che spirituale, infatti è connesso con l’idea di Spirito e di Illuminazione. E’ altresì simbolo di purificazione e di rigenerazione. Potente taumaturgo, in grado di compiere la trasmutazione dei metalli, i filosofi lo consideravano come il più straordinario dei poteri occulti della natura. Ad esso sono associate le qualita' del coraggio, la forza, la passione e la determinazione.
Esso corrobora l’aria, riscalda l’acqua, e nella terra trova il suo radicamento. Questo elemento è legato al concetto di azione, all’impulso, all’inizio delle cose, alla creatività, alla vitalità, quindi anche all’irruenza e all’impulsività. I segni appartenenti all’elemento del Fuoco sono tre: Ariete, Leone, Sagittario.

Personalità e temperamento:
Aspirazioni, iniziativa, fiducia, volonta’, passione, ottimismo e buon umore caratterizzano i segni di fuoco, che sono sempre mossi da un'energia inarrestabile e una sincera onestà. Hanno bisogno di molta libertà per potersi esprimere in modo naturale e normalmente riescono piu' di altri segni a dirigere la propria forza di volontà coscientemente. A volte si mostrano ostinati e persino prepotenti, travolgendo gli altri con il loro impeto fino a rischiare di ferirne i sentimenti, ma i loro errori non sono mai conseguenza di cattive intenzioni, quanto invece di un infantile, incontenibile entusiasmo. Essi tendono ad essere impazienti con le persone di acqua e terra, per loro eccessivamente sensibili ed emotive, oppure pesanti e prudenti. Piu' affinita' dimostrano con l'elemento aria, che soffia sul loro fuoco alimentandolo. Ma è bene rilevare che sono spesso troppo diretti e impazienti per il delicato sistema nervoso dei segni di aria e sebbene stimolati da questi, le loro continue osservazioni intellettuali li stancano presto e soprattutto li mettono in difficoltà poichè non riescono a reagire abbastanza rapidamente. Il vero problema del fuoco è la stabilità, che fatica a raggiungere, proprio perché la quotidianità e la ripetitività delle cose lo uccidono. E’ legato allo stato nascente delle cose, ma difetta di continuità, proprio perché non è interessato al poi. Per questo motivo tende a unirsi alla terra, che gli dà struttura e soprattutto gli permette di porsi dei limiti e di dirigere la sua energia costruttivamente.

Squilibrio dell'elemento fuoco:
Una carenza di fuoco in genere si manifesta come mancanza di vigore, sfiducia e assenza di gioia di vivere. Vi è la tendenza allo scoraggiamento e a non provare entusiasmo per le cose. Sul piano fisico questo difetto di energia ignea puo' dare debolezza dell'apparato digerente. Manca l’azione, la vitalità, l’immaginazione, la fiducia in sé e nella vita. C’è difficoltà con gli slanci e si fatica ad uscire dalle situazioni stagnanti. Ci può essere anche una difficoltà ad essere generosi e a superare i propri limiti, cosa che il fuoco non sente, e che è legata alla sua incoscienza. L'esercizio fisico vigoroso puo' aiutare a stimolare l'energia mancante. Un eccesso di fuoco invece si manifesta con un eccesso di attività, egocentrismo e insensibilità verso gli altri e anche verso sè stessi e in particolare il proprio corpo, di cui non si rispettano le esigenze, troppo presi a fare sempre qualcosa, finanche a rovinarsi la salute.

ARIA

L'elemento ARIA è l'energia vitale che è stata associata al respiro, cio' che gli yogi chiamano "prana" e i taoisti chiamano “chi”. L'Aria è il respiro della vita, è l’etere, è ciò che tutto avvolge, permea e mette in comunicazione. L'Aria circola e penetra la Terra, fa bruciare il Fuoco, aderisce all'Acqua con cui si mescola. Essa è fluida, impalpabile, leggera, volatile, diffusa. E’ libera e disponibile, esposta a tutti i contatti e le influenze. L’aria trasporta, solleva, dilata e, dell’uomo che non accetta costrizione si dice "Libero come l’aria". All’Aria appartiene tutto il mondo delle idee archetipiche posto dietro il velo del mondo fisico, l’energia del pensiero. Mentre il fuoco spinge a volere qualcosa che gia’ esiste, l’aria è concentrata sulle teorie, sulle idee che non si sono ancora materializzate, e così facendo esercita il suo ruolo nella realizzazione del creato, poiché tutto cio’ che esiste deve prima essere pensato. Essa riguarda dunque tutte le facolta’ dell’intelletto e della mente: la parola, l’arte, il pensiero astratto, l’immaginazione, la musica, il canto, la risata, la scrittura, la poesia, l’ispirazione. Di conseguenza tutto il mondo della comunicazione, la socievolezza, gli scambi culturali, la mobilita’, l’espansione, il mutamento, il gioco e lo scherzo, la flessibilità, la leggerezza nelle cose. I segni appartenenti all’elemento dell’Aria sono tre: Gemelli, Bilancia e Aquario.

Personalità e temperamento:

La persona che appartiene a questo elemento è alla continua ricerca della verità. E’ una persona che ama i contatti, i rapporti umani, lo scambio di idee e riveste di solito un ruolo preciso sul piano sociale. La sua personalità è dinamica, nervosa, ricettiva e aperta alle impressioni momentanee. Con influssi astrali positivi vi è socievolezza, allegria, franchezza, curiosità, diplomazia, astuzia ed un buon grado di intelligenza superiore; diversamente vi possono essere molti pensieri e idee indefinite, confusione, nervosismo e reazioni improvvise.C’è un forte bisogno di ordinare, codificare, mettere le cose in relazione tra loro, ma c’è anche volubilità, incostanza e indecisione. Sono le creature piu' mutevoli, instabili ma anche piu' adattabili dello zodiaco. Più di chiunque altro possiedono il distacco, che permette di giudicare cose e fatti senza esserne coinvolti. Ciò li rende carenti in tema di profondità emotiva, tuttavia posseggono una lucidità intellettuale più unica che rara. Il più grande punto di forza è l’ idealismo, la visione utopistica e sublime, fintanto che la realtà non contamina il pensiero trasformandolo in forma. A quel punto si scontrano con la loro più grande difficoltà: l’impatto con la realtà, che non è mai all’altezza dell’ideale, e come tale risulta sempre deludente. Di fatto temono l’imprigionamento della materia, mentre il cambiamento gli appartiene. Nascono per creare relazioni umane, però faticano terribilmente a rapportarsi con due cose molto umane: istinto e fisicità. Non amano le limitazioni imposte dal corpo fisico, nè la pesantezza e il sentimentalismo dei segni di terra e di acqua. Amano invece farsi corroborare dai segni di fuoco, dove trovano la fiducia e la forza che mancano loro.

Squilibrio dell'elemento aria :
L'aria è una qualità unificante che consente di adattarsi facilmente e rapidamente alle situazioni e alle nuove idee. La sua assenza comporta una difficoltà di adattamento, una diffidenza di base caratteriale che fa sospettare di chiunque sembri troppo intellettuale o diverso da noi. Incapacità di distacco e separazione tra sé e gli altri. C'è anche la difficoltà a mantenere un sano distacco dalle cose, carenza di obbiettività. Sul piano fisico l'assenza di aria puo' dare una debolezza del sistema nervoso e disturbi psicosomatici legati all'incapacità di adattamento. Un eccesso di aria invece dà una mente superattiva, che ha bisogno di essere guidata e controllata. L'individuo è curioso di ogni cosa, ma non approfondisce mai niente, vive nel mondo delle idee ma non ha legami effettivi con la realtà, nè riesce a crearne. Il sistema nervoso è eccessivamente sensibile e causa di stress.

TERRA

La Terra è l’elemento di tutta la natura, nei suoi tre regni minerale, vegetale ed animale, considerata da molte tradizioni il piu’ sacro e divino tra gli elementi.Fertile e creativa, nutriente e rigogliosa, racchiude in sé sia le caratteristiche piu’ poetiche di grembo accogliente e materno che accoglie la vita e la nutre, che quelle piu’ “terrene” della costanza, la pazienza, la forza. E’ materia pura, contrapposta allo spirito, che è aria e fuoco. Secondo le culture matriarcali, essa è il principio femminile per eccellenza, la Grande Madre aperta all’intervento fecondo del cielo. Nelle sue viscere infatti, essa accoglie e trasforma il seme del dio, al quale la Madre dà potenza. Essa stessa è quindi dotata di potenza magica. La Terra crea e conserva la vita evitando ogni spreco, consapevole che ad ogni estate seguira’ l’inverno, nel ciclo delle stagioni, che è poi il ciclo della vita.Essa è un'energia stabile, duratura, radicata e solida, fortemente connessa alla realtà quotidiana, al mondo dell'esperienza e dei sensi, e al contempo materna e nutriente. I segni zodiacali appartenenti all’elemento di Terra sono il Toro, la Vergine e il Capricorno.

Personalità e temperamento:
I segni di terra si sentono in sintonia con la realtà fisica e quotidiana e questo conferisce loro le qualità della pazienza, costanza e disciplina. Sono efficienti, pratici, concreti, affidabili e il loro senso di sicurezza passa principalmente attraverso il possesso di cose e il sano produttivo lavoro. Sono legati alla strutturazione, al buon senso, e fanno di tutto per organizzarsi delle sicurezze. Sono resistenti, persistenti, metodici, a volte maniacali al punto di rimanere intrappolata nelle loro stesse paure. Normalmente amanti delle tradizioni, sono prudenti e riflessivi e non amano gettarsi a capofitto nelle cose come i segni di fuoco, nè rifugiarsi in progetti irrealizzabili come i segni d'aria. Con i segni d'acqua invece sentono affinità, poichè condividono il senso di autoprotezione e amore per la pace e da essi si sentono stimolati ad essere ancora piu' produttivi. Sono in contatto con il mondo fisico e con il loro corpo e spesso amano molto la natura e le cose semplici, ma proprio dalle loro migliori qualità nascono i loro piu' gravi errori, in quanto l'eccessivo attaccamento alla realtà concreta impedisce loro di sognare e di aprirsi al mondo delle cose invisibili e intangibili. Il loro realismo li attanaglia trasformandoli in inguaribili pessimisti che non riescono ad aprire la loro mente a possibilità diverse da quelle che hanno sempre contemplato. Inflessibili e testardi, hanno bisogno di lasciarsi andare alla fantasia e scoprire che c'è molto piu' di quello che si vede sotto questo cielo. La terra non è fredda, ma discreta, ed è la più fisica di tutti gli elementi.

Squilibrio dell'elemento Terra:
un'assenza dell'elemento terra implica una scarsa sintonia con il mondo fisico, il proprio corpo e le necessità materiali, come il cibo, il denaro, le necessità concrete. Queste persone sono come sradicate e sembrano ignorare le limitazioni che il mondo fisico impone, si sentono fuori posto in questo mondo e mancano di solidità. Vi è un’incapacità ad organizzare la propria vita specie sul piano pratico. Talvolta questa estraneità al mondo puo' produrre risultati notevoli sul piano della creatività, dell'immaginazione o della spiritualità, ma più spesso si traduce in una sconsiderata attitudine a ignorare i bisogni del corpo, al punto di dimenticare di cibarsi, di fare movimento e di riposare quando è necessario. L'energa vitale sembra mancare e la pelle è senza tono. Per questo possono trarre enorme vantaggio da un'organizzazione cosciente della loro vita , stabilendo schemi regolari, tempi per mangiare, per fare moto e riposare. Un eccesso di terra invece puo' dare una mentalità ristretta, con assenza di fantasia. Troppa metodicità, terrore per il movimento, per l’emozion. Vi è sempre una forza ed efficienza notevoli, pero' l'energia viene quasi unicamente convogliata nel mondo del lavoro, che tende a dominare la vita di questi individui che pensano di avere un valore solo se producono. Mostrano inoltre un eccessivo cinismo e scetticismo, assenza di ideali e aspirazioni.

ACQUA

L'Acqua è l'elemento vitale da cui tutto nasce, il grembo e la fonte del nutrimento. Sin dai tempi piu’ remoti l’uomo ha riconosciuto nell’acqua la sorgente di tutta la vita, e il legame con la spiritualità. L’Elemento Acqua incarna lo stato liquido della flessibità, della recettività e inerzia. Essa assimila, interiorizza, ammorbidisce, mescola, inibisce, omogeneizza, riempie e risolve.Essa vince cedendo, cambiando forma, adattandosi alle circostanze, aggirando gli ostacoli che incontra, ma inesorabilmente dalla sorgente in cui nasce piano piano giunge al mare, diventando prima torrente e poi fiume in un continuo processo di trasformazione che è la sua vera forza. L’acqua è tutti i liquidi, è fluida, in costante movimento, in costante cambiamento, a volte lento e quasi impercettibile, a volte veloce e precipitoso. In nessun momento è uguale a se stessa. L’acqua è profonda, è ricettiva e purificante; è terapeutica, portatrice di energie segrete e guaritrice. All’acqua appartengono le emozioni profonde che scorrono, appaiono in superficie o scompaiono sotto terra secondo le proprie leggi, inafferrabili, imprevedibili, indefinibili, a volte sconosciute, a volte dominanti. L’altruismo, la capacità di abbandono, la dipendenza, i sensi di colpa, l’attaccamento, la compassione, la condivisione sono i suoi sentimenti più caratterizzanti. I corsi d’acqua tendono a incontrarsi, a riunirsi, a crescere insieme, così l’acqua tende ai legami, all’unione fino alla dipendenza, anche se interrotta da cicliche separazioni. I legami a loro volta si rinforzano attraverso i liquidi (sessualità, allattamento, bere in compagnia ecc.). L’Acqua è privilegiata rispetto agli altri elementi, perché, nella sua imprevedibilità possiede tanto la calma, la gravità e la profondità abissale della Terra, quanto l’ orbitante inquietudine dell’Aria, quanto la mobilità del Fuoco.L’Acqua, immobile incanto dei laghi, instancabile viaggiatrice dei Cieli, perforatrice della Terra (nelle piogge) e regnante degli abissi (dei laghi e mari), è il vincolo e veicolo più affascinante. Appartengono all’elemento d’acqua i segni zodiacali del Cancro, Scorpione e Pesci.

Personalità e temperamento:
L'elemento ACQUA è un energia yin, femminile e misteriosa, profonda e intensa, legata al mondo delle emozioni, dei sentimenti e dell'inconscio. Le persone con una predominanza d'acqua si rendono presto conto di percepire sfumature e sottigliezze della realtà intangibile di cui gli altri nemmeno si accorgono. La loro sensibilità è delicatissima e le loro emozioni vanno dall'empatia piu' profonda verso gli altri esseri ed il creato, alla paura piu' opprimente di tutto cio' che sentono minaccioso per loro. Ancorati al passato, hanno una memoria fortissima e il loro inconscio profondo fa di loro i piu' intuitivi e psichici di tutto lo zodiaco. Spesso taciturni e introspettivi, appaiono calmi esteriormente, mentre sono scossi da continue tempeste e correnti interiori che essi stessi inconsciamente creano. La fantasia sfrenata fa di loro dei grandissimi creativi, in grado di tradurre le emozioni in vere opere d'arte nel campo della musica, della pittura e della creatività in genere. La loro parola d’ordine è “sentire”, qualcosa che accade perché non si hanno confini. La loro diffcicoltà sta nel trovare il giusto distacco.

Squilibrio dell'elemento acqua:
L'assenza o scarsità dell'elemento acqua si traduce in una difficoltà a immedesimarsi negli altri con compassione e comprensione, ed anche ad entrare in contatto con i propri sentimenti e bisogni emotivi. E' come se queste persone negassero la propria natura emotiva, apparendo freddi, insensibili e indifferenti. Vi è anche una sfiducia nella conoscenza intuitiva e la convinzione che i sentimenti siano cose senza importanza. Tutto questo nasconde una vera e propria paura della sofferenza, ma proprio a causa della loro noncuranza dei bisogni emotivi essi andranno incontro a una sofferenza anche maggiore. Sul piano fisico la mancanza di questa energia purificatrice e curativa puo' causare accumulo di scorie fisiche ed emotive, un ecceso di tossicità. Queste persone devono curare attentamente la dieta e trarrano grande beneficio da periodiche diete depurative e digiuni. Chi presenta un eccesso di acqua puo' sentirsi come una barca trascinata dalle correnti in mare aperto, senza timone nè vela. Quotidianamente sopraffatte dalle emozioni, queste persone rischiano di logorarsi e non riuscire ad affrontare le difficoltà della vita di ogni giorno. Vi puo' essere il desiderio di rifugiarsi nella vita interiore o nei casi peggiori nei paradisi artificiali. La loro piu' grande forza è la spinta spirituale, che pero' va incanalata nella giusta direzione, affinchè possa esprimersi con amore, compassione, devozione e comprensione per gli altri. Pochissimi pero' riescono a raggiungere questo livello, mentre i piu' sono vittima delle insicurezze e angosce continue che tolgono loro la tanto agoniata pace.


Immagine tratta da:digilander.libero.it/onismazz/images/Mandala-...

 

 

Questa è una pagina protetta dalle copiature.
Abbiamo deciso di tutelare così le nostre pagine, originali e non, dall'uso scorretto su altri siti.
Il Cerchio della Luna non è contrario a cedere i suoi testi originali, purché non vengano smembrati e ne vengano citati gli autori, le fonti e la bibliografia… così come riportati in queste pagine.
Dunque, se vi interessa un nostro testo o una nostra ricerca originale, non esitate a scriverci chied#Endoci un’autorizzazione e comunicandoci per quale uso vi serve, dove lo vorreste pubblicare e formulando l’impegno ad una corretta citazione.
L’indirizzo è: info@ilcerchiodellaluna.it



Vuoi essere periodicamente informato delle novità sul sito
del Cerchio della Luna e delle nostre iniziative?
Iscriviti alla mailing list, e riceverai mensilmente
il nostro calendario lunare in omaggio.


Clikkando sulla luna, puoi tornare alla